La storia del Teatro

Un vecchio ma glorioso rudere nel centro di Foggia ospitava, circa trent’ anni fa, un presidio dei Vigili del Fuoco. L’immobile, svuotato del suo nobile contenuto e acquisito dall’Amministrazione Provinciale negli anni Ottanta, ha conservato quella memoria nei profili  esterni, nello stemma del Corpo, incastonato in una parete, e nella “torre di addestramento”.

Adibito a rimessa per automezzi delle manutenzioni stradali  fino al 1999, viene convertito in via sperimentale, per la prima volta, a contenitore culturale, abbozzando una sala da musica e da teatro. Dopo circa due anni di attività artistica, l’ Amministrazione Provinciale prende atto che l’ idea è valida ma va perfezionata.

Si decide di intervenire su due fronti: strutturale e gestionale; per il primo viene coinvolta un’azienda leader nel settore, la “Decima srl”, la cui sapiente maestria è garantita, tra le tante, dalla grandiosa ristrutturazione del Teatro “La Fenice” di Venezia.

Insieme all’Ufficio Tecnico dell’Amministrazione Provinciale, si ridisegnano gli spazi, si arreda la sala principale rendendola di alto pregio acustico ed estetico, si installano gli impianti luci, audio, video e scenotecnici, tra i più moderni in Italia, viene costruita una falegnameria-attrezzeria e si predispone la realizzazione di una seconda sala-anfiteatro, adiacente, con servizi indipendenti. Il tutto viene adeguato ai massimi livelli di qualità e di sicurezza.

Il 20 maggio 2003 si inaugura il Teatro del Fuoco, ospitando con successo, nella sua prima serata, l’ opera lirica “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Il Teatro del Fuoco, felice connubio fra tradizione e modernità, grazie alla sua versatilità e alla elevata qualità tecnologica, ha costituito sino ad oggi, degna cornice di ogni genere di spettacolo e di espressione culturale: prosa, danza, sinfonica, lirica, musica leggera, gospel, eventi religiosi, convegnistica, manifestazioni cinematografiche e televisive, laboratori di recitazione e canto.

Il suo palcoscenico ha ospitato molti tra i più grandi nomi del panorama artistico nazionale ed internazionale, tra cui: Nicola Piovani, Arnoldo Foà, Nando Gazzolo, Maria Inversi, Raffaele Paganini, Odin Teatret di Eugenio Barba, Stefano Bollani, Steve Grossman, Ottavia Piccolo, Compagnia Carlo Colla.